SDR_9099_32ihcwuh7xk4s.jpg

LA MODULARITÀ DELLA MAK 3 - 21P UA2 L2 + RLF1 CO3 PER IL MERCATO AMERICANO DELL’ACQUA - gennaio 2016

Rispondere a due diverse esigenze di etichettatura con una sola macchina: è quanto garantisce la MAK 3 - 21P UA2 L2 + RLF1 CO3, l’etichettatrice Makro Labelling destinata al confezionamento di acqua - settore in cui opera l’azienda americana di imbottigliamento che l’ha commissionata - e che permette di passare agevolmente da un’applicazione ad un’altra offrendo una velocità di produzione di 22.000 b/h.

L’azienda, che dispone di diverse linee di produzione, aveva l’esigenza di etichettare una prima linea di bottiglie di acqua naturale in vetro ottagonali, packaging di lusso destinato principalmente alla ristorazione e al mercato americano. Questa particolare forma presenta le etichette di due facce, una sul fronte e l’altra sul retro, leggermente più grandi rispetto alle altre: una problematica che rende necessario un preventivo orientamento della bottiglia per poi etichettarla in autoadesivo. Makro Labelling ha risposto all’esigenza installando sulla MAK 3 l’innovativo centraggio ottico Follower CO3 in fibra di carbonio, suo brevetto, con cui la macchina è in grado di distinguere la minima differenza di dimensione tra le etichette delle due facce consentendo un’etichettatura propria e precisa della bottiglia. La seconda esigenza era etichettare le tradizionali bottiglie cilindriche PET di acqua con etichetta avvolgente in bobina: è stata perciò installata sulla MAK 3 l’unità Roll Feed, un’applicazione Makro modulare - elemento che contraddistingue tutte le soluzioni Makro ed estremamente innovativo in questo settore - e quindi integrabile direttamente nella macchina. La modularità delle etichettatrici Makro ha quindi permesso di rispondere in maniera puntuale a due precise esigenze di produzione con una sola macchina, già predisposta ad integrare altre due unità autoadesive per lavorare in modo non stop.